danno 37

 

IL DANNO ALLA PERSONA

L'incidente può determinare anche danni alla persona, ovvero lesioni personali, minime o gravi, finanche mortali, con conseguente diritto al risarcimento variamente qualificabile. Danno biologico - principalmente il danno alla persona consiste nel cd danno biologico, ovvero nella lesione psico fisica dell'individuo che si rilette negativamente sulla sua vita. Il danno biologico è poi distinto in permanente e temporaneo, il primo è  diretto a perdurare nel tempo, con una limitazione della capacità della persona, il secondo si esaurisce invece nella inabilità durante i giorni di cura e di maggiore sofferenza. Il danno morale, prima delle famose pronunce della cassazione del 2008, veniva riconosciuto automaticamente in una percentuale del danno biologico, mentre oggi viene riconosciuto e liquidato solo in presenza di prove atte a dimostrare una particolare sofferenza causata dalla lesione nel singolo caso concreto. Oltre alla sfera puramente individuale la lesione può incidere anche sulla vita lavorativa del soggetto, con conseguente danno patrimoniale, anche questo qualificabile quale permanente (riduzione capacità lavorativa) o temporaneo (impossibilità transeunte). Questi brevi cenni evidenziano la varietà delle voci di danno risarcibili e l'esigenza di una tutela professionale atta ad individuare i vari profili e approntare le misure necessarie per documentare il pregiudizio patito.

Top